Market Watch: Bitcoin Tumbles a $10.130 come mercati azionari Finiscono in rosso profondo

Il mercato delle criptovalute ha seguito l’oro e Wall Street perdendo pezzi sostanziali di valore. Il Bitcoin è sceso del 2% a meno di 10.300 dollari.

Dopo aver recuperato un po‘ di terreno ieri, il Bitcoin Rush è tornato al suo recente trend ribassista scendendo sotto i 10.300 dollari. La maggior parte degli altcoin seguono con alcuni notevoli cali di prezzo, con il risultato che quasi 10 miliardi di dollari sono evaporati dal tetto del mercato totale.

Il Bitcoin scende al di sotto dei 10.300 dollari

Come riportato ieri, la principale moneta criptata ha recuperato alcune delle recenti perdite e ha scambiato intorno al precedente massimo del 2020 a partire da febbraio a 10.500 dollari. Tuttavia, l’asset non è riuscito a mantenere la sua posizione e ha iniziato a scendere nuovamente in caduta libera.

In poche ore, BTC è passata dal suo massimo giornaliero di oltre $10.500 al suo minimo intraday di $10.130 (su Binance). Da allora, l’asset digitale ha recuperato un po‘ di terreno e ora è scambiato solo intorno ai 10.300 dollari.

La posizione attuale di Bitcoin lo colloca vicino al livello di supporto a 10.290 dollari. Se BTC si rompe ulteriormente al di sotto, potrebbe puntare verso i 10.200 dollari e i 10.000 dollari psicologici.

L’andamento negativo dei prezzi è evidente nella maggior parte dei mercati finanziari. L’oro, che in genere si comporta in modo simile al Bitcoin, è sceso dal suo massimo di 1.900 dollari per oncia a circa 1.850 dollari.

Anche gli indici più importanti del mercato azionario di Wall Street hanno chiuso in rosso la sessione di trading di ieri. L’S&P 500 è sceso del 2,4%, la media industriale Dow Jones del 2% e il Nasdaq ha perso il maggior valore (-3%).

Il rosso domina il mercato di Altcoin

La maggior parte degli allarmi si dissanguano oggi. L’etereum è diminuito di quasi il 4% e viene scambiato a 325 dollari. Ripple (-3%) combatte per rimanere sopra i 0,22 dollari. Anche Bitcoin Cash, Binance Coin, Crypto.com Coin e Litecoin sono scesi di circa il 3%.

Alcuni allarmi a bassa capacità sono diminuiti di percentuali a due cifre. DigiByte (-18%), Ren (-15%), Orchidea (-13%), Diritti di riserva (-12%), UMA (-12), OMG Network (-10,5) e Algorand (-10%) sono in testa.

Alcune monete si scambiano anche in verde. L’elio è aumentato del 40% dopo essere stato quotato sul principale mercato di scambio di cripto-currency Binance. Seguono uniswap (13%) e HedgeTrade (10%). In definitiva, però, il tetto del mercato dei cripto-criptatori è sceso dal picco di ieri a 332 miliardi di dollari a 325 miliardi di dollari.